Dettagli

Lo scopo dell’introduzione della lingua inglese non è tanto quello di “insegnare” la lingua
al bambino nel senso puramente didattico del termine, bensì quello di accostarlo e
sensibilizzarlo ad essa attraverso un approccio “naturale”. In questo modo il bambino
diverrà cosciente della nuova lingua, farà delle ipotesi su di essa e proverà anche ad usarla,
soprattutto attraverso le attività ludiche proposte: interazione e partecipazione, in un clima
di sereno scambio.
Sotto forma di gioco (immagini, fotografie, giochi di ruolo, dialoghi, schede, disegni da
colorare, canzoncine, filastrocche), si cercherà di valorizzare l’attività di narrazione
corredata da ascolto, comprensione e risposta attraverso l’esecuzione di gesti e azioni
fisiche che servano a mettere in pratica le strutture linguistiche presentate; la ripetitività e
la ciclicità delle immagini, i dialoghi, la ripetizione dei vocaboli, la mimica, avranno come
obiettivo quello di far assimilare un piccolo bagaglio di vocaboli stranieri.
Santa Maria Nascente: Unico laboratorio gestito, durante l’ora stabilita, da una
specialista esterna.
Tale corso ha una frequenza monosettimanale a partire da novembre fino ad aprile, per
circa 45 minuti.
San Giuseppe: si è avviato un percorso di “Bilinguismo” che prevede la presenza di una
docente specializzata che, ruotando nelle tre sezioni per almeno sei ore al giorno, dialogo
con i bimbi direttamente e unicamente in lingua inglese proponendo attività motorie,
linguistiche di gioco e di musica direttamente in lingua.

Launch Course